L'imprenditrice

Nipote di musicisti e imprenditori, la pronipote di Enrico Toti conserva nel DNA il gene della curiosità e della ricerca. Il padre di Claudia Toti Lombardozzi, Fabrizio, si è distinto sin da bambino per l’inarrestabile desiderio di scoperta che gli ha permesso di esprimersi attraverso il disegno, la pittura, la scultura, la falegnameria, la musica, lo sport, la farmacia. Fabrizio Toti Lombardozzi, che nella sua vita ha svolto i più svariati lavori (dal tipografo al pilota d’aerei) attualmente all’attivo ha 50 invenzioni e 15 brevetti registrati, tra i quali il  sapone dermatologico TOLOF-41 e la speciale forchetta per spaghetti. La madre, Grazia Rita Nardone, ha dedicato la sua vita al sociale e attualmente è la responsabile della Sede di Roma dell’Associazione Italiana Parkinsoniani, con la quale si occupa di informare i cittadini sui diritti dei pazienti affetti da questa patologia. Claudia a 19 anni già frequenta l’Unione Giovani Industriali di Roma e del Lazio (UIR), con l’intenzione di contribuire all’incremento delle opportunità di crescita e di scambio tra le varie aziende del territorio. 

 

Nel 2003 insieme alle sue sorelle, Livia, Valeria e Flavia, fonda l’Associazione Mehfil con la quale organizza eventi artistici e culturali in prestigiosi luoghi della Capitale, tra i quali i Concerti al Mausoleo di Cecilia Metella e al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali e il “Caffè Letterario delle Donne” presso lo storico Caffè Greco, in Via Condotti a Roma. Attualmente è impegnata nella gestione delle attività familiari e nella promozione delle invenzioni paterne. E' la Fondatrice e la presidentessa dell’Associazione Enrico Toti con la quale promuove eventi artistici di carattere nazionale ed internazionale.